ACAV non si è fermata: nuovo progetto per portare acqua nel West Nile

Maggio 2020. Grazie al sostegno dell’Otto per mille dell’Unione Buddhista Italiana, ACAV è al lavoro per riabilitare 20 pozzi nel distretto di Arua dove si trova Rhino Camp, uno dei più grandi campi profughi dell’Uganda.

Con questo progetto 20.000 persone, tra rifugiati sud sudanesi e ugandesi , che vivono nei pressi del campo, potranno avere accesso all’acqua sicura, per bere, preparare da mangiare, e curare la propria igiene personale.

L’acqua è una priorità per ACAV, così come la sua corretta gestione: anche in questo progetto, oltre alla riabilitazione dei pozzi, formiamo le comunità a un uso consapevole delle risorse e a una gestione partecipata e democratica dei pozzi.

Per conoscere più nel dettaglio il progetto:

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.