AGGIORNAMENTI SULLA SITUAZIONE A RHINO CAMP

L’Uganda sta ospitando oltre 1 milione di rifugiati (Uganda Refugees Response, UNHCR) di cui 190.742, in maggioranza sud sudanesi, sono ospitati al campo profughi di Rhino Camp che si trova vicino al confine Nord-occidentale del paese nella regione del West Nile. È proprio in quest’area che ACAV opera e porta avanti progetti e iniziative che hanno il fine di migliorare la qualità di vita della popolazione, ugandese e rifugiata, che vi abita.

Da anni abbiamo fatto dell’accesso all’acqua uno dei nostri principali settori di intervento. Con il  duplice scopo di poter intervenire efficacemente nel contesto del West Nile e di fornire ai nostri sostenitori in Italia un quadro sempre più chiaro e dettagliato che faccia comprendere i bisogni, le necessità e le criticità a cui noi di ACAV rispondiamo quotidianamente, vi aggiorniamo sulla situazione che si presenta a Rhino Camp in merito all’acceso all’acqua e ai servizi igienici, secondo i dati dell’indagine svolta dall’UNHCR (L’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i Rifugiati) pubblicata a fine 2020. 

Accesso all’acqua:

La principale fonte di acqua per uso domestico sono i pozzi che vengono utilizzati dal 94.2% degli intervistati, idranti e rubinetti pubblici si collocano al secondo posto con una percentuale di utenti pari al 3.6%. Una minima parte dei soggetti coinvolti, pari all’1.9 %, dispone acqua corrente in casa.

Per quanto riguarda la disponibilità di acqua a cui ogni persona ha accesso quotidianamente, in media questa ammonta 23.5 litri al giorno. Un altro dato interessante e al contempo preoccupante è che solo il 47% dei nuclei familiari presenti a Rhino Camp ha la capacità di stoccare e di conservare in sicurezza almeno 10 litri di acqua per persona. Questa situazione dimostra come sia necessario fornire anche contenitori e altri mezzi di stoccaggio agli abitanti del campo. Infatti, il 52% dei partecipanti all’indagine dichiara di non avere abbastanza quantità di acqua raccolta per soddisfare i propri bisogni primari e, di questa percentuale, il 64% indica come causa principale di questa mancanza l’assenza di recipienti per conservare l’acqua.

Dall’indagine appare inoltre come vi siano, all’interno del campo, delle disparità di genere legate al ruolo dell’approvvigionamento di acqua: nell’81% dei nuclei familiari, infatti, sono le donne a doversi occupare di questa mansione, seguite nel 14% dei casi da bambini di età compresa tra gli 11 e i 18 anni. Gli uomini adulti svolgono questa incombenza solo nel 5% dei casi.

Igiene:

Sotto il punto di vista dell’igiene, solo il 52% della popolazione intervistata ha accesso a specifiche strutture adibite al lavaggio delle mani.

Un dato incoraggiante invece è quello relativo ai servizi igienici: l’indagine mostra infatti come il 90 % dei rispondenti utilizzi una latrina domestica, il 6% quella pubblica e solo il 4% dichiari di defecare all’aperto (dati riferiti ai membri dei nuclei familiari di età superiore ai 5 anni).

Infine, il 75% delle famiglie ha un posto specificatamente adibito al deposito dei rifiuti solidi domestici.

Questi dati confermano che la direzione in cui da tempo ACAV si sta dirigendo, quella del fare dell’accesso all’acqua un obiettivo primario delle sue azioni, appare essere in linea con i bisogni della popolazione del West Nile ugandese e, più nello specifico, dei rifugiati che vivono a Rhino Camp. In questi anni, grazie a numerosi progetti e al supporto di molti donatori, siamo riusciti a raggiungere risultati concreti in questo campo e continueremo a lavorare per migliorare le condizioni di vita della popolazione sia rifugiata che locale promuovendo lo sviluppo umano, sostenibile e sociale dell’area.

Fonti:

https://reliefweb.int/sites/reliefweb.int/files/resources/Rhino%20Camp%20WASH%20Endline%20KAP%20Suvery%20Report-2020.pdf

https://reliefweb.int/report/uganda/rhino-camp-wash-kap-endline-survey-report-2020

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.