Due Sguardi Un’Africa

La mostra, che si avvale della direzione artistica di Piero Cavagna e Giulio Malfer, presenta fotografie delle comunità del West Nile ugandese scattate dai giovani trentini in occasione di un recente viaggio in Africa, a fianco delle fotografie scattate da studenti ugandesi che ACAV ha invitato a presentare il loro mondo con immagini e commenti.

Le immagini ci restituiscono il loro sguardo sulla realtà, senza le distorsioni che portano noi viaggiatori a cercare ciò che appare pittoresco, strano o suggestivo. Immagini pensate per noi, ma colte nello scorrere della vita quotidiana, piene di pudore e di allegria, di vita e di amicizia. Immagini che segnalano una distanza grande nel modo di vivere, accompagnate da riflessioni che rivelano consapevolezza e serietà, grande attenzione ai problemi della comunità e del mondo, la forza della speranza e la fiducia nel futuro, la solidarietà per chi soffre e magari si è arreso.

Ne deriva l’invito ad un incontro con un pezzo di Africa, un pezzo di mondo, dove i giovani imparano ad affrontare le sfide della vita con coraggio, consapevolezza e speranza. Un invito ad accogliere la differenza, ad accettarla nel nostro cuore e nella nostra mente, perché non ci separi e non ci spinga a tracciare confini ed erigere barricate, perché è il segno della ricchezza e della forza dell’umanità e contiene tanti sogni che vogliono farsi realtà.

scoiattolo_arancione    Mobilità sociale – Festival Economia 2015 

Il Festival Economia 2015 ha posto l’attenzione sulla mobilità sociale, un tema che ci interroga sulle crescenti disparità sociali determinate, caratterizzate da alcuni fattori principali: sistema educativo, accesso al mercato del lavoro/professioni, disponibilità di capitale.

Una mobilità, che in un contesto di mondo interdipendente, non può che interrogarci e far aprire il nostro sguardo anche ai contesti del mondo in via di sviluppo così chiamato, a quel mondo dove l’ultimo miliardo – per citare Paul Collier – che non ha accesso a nessuna di quelle possibilità per far sì che ci sia una qualche forma di mobilità sociale.

L’Africa, continente in cui ACAV opera, rappresenta senza dubbio un luogo, milioni di persone che collega, seppur in luoghi e situazioni diverse e molte volte contrastanti, aspirazioni, disparità, barriere ed opportunità.

Organizzazioni come ACAV operano per far sì che lo sviluppo inizi, si rafforzi e cammini con le proprie gambe, nella fascia più bassa della popolazione, in poche parole che inizi quella mobilità sociale, economica, culturale. Una mobilità indispensabile anche per dare spazio alla richiesta sempre più forte delle nuove generazioni di entrare a pieno diritto nel protagonismo del proprio futuro, della propria promozione sociale, senza essere costretti a salire su una “barca della speranza” nel Mediterraneo.

La mostra fotografica, composta da 15 moduli componibili da esterno è stata progettata per far incontrare lo sguardo africano, la quotidianità, la vita a scuola, nella comunità, nelle cose di tutti i giorni. Uno sguardo composito di immagini scattate da giovani africani e da giovani trentini che si sono interrogati sul modo di vivere, sui sogni, sulle aspirazioni, in un confronto che fa della mobilità sociale un’occasione di dialogo e di crescita comune.

Scopri la mostra fotografica Da sotto il mango..

 

Contattaci: +39 0461935893 o scrivici una email acav@acavtn.it

 

 

 

Facebook Twitter Google Digg Reddit LinkedIn Pinterest StumbleUpon Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.